Goccia d’Oro: il miele millefiori della Masseria Acquasalsa tra i migliori mieli d’Italia

Tre-Gocce-dOro-2020

Un premio per il nostro territorio, per il Molise, ma soprattutto per Agnone e l’Alto Molise». Così Armando Li Quadri commenta l’attribuzione del prestigioso riconoscimento di una “Goccia d’Oro” al miele prodotto lungo la vallata del Verrino dalle sue api. «Ho inviato i vasetti per gioco, – continua l’apicoltore agnonese – non avrei mai pensato di ricevere questo riconoscimento che mi riempie di orgoglio e gratificazione. E pensare che fino a qualche anno fa il miele nemmeno mi piaceva…».

armando miele 2

Il millefiori della vallata del Verrino ha preso parte alla più importante tra le manifestazioni apistiche, partecipando al “Concorso Tre Gocce d’Oro – Grandi Mieli d’Italia“, per la selezione dei migliori mieli di produzione nazionale. La quarantesima edizione a cura dell’Osservatorio Nazionale del Miele ha fatto registrare la partecipazione di 472 apicoltori, con ben 1222 mieli in gara, confermando l’importanza e l’autorevolezza che il concorso ha raggiunto a livello nazionale.

armando miele 3

Castel San Pietro Terme si sono riuniti 66 esperti in analisi sensoriale del miele iscritti all’omonimo albo. I “sommelier del miele” hanno attribuito le prestigiose “Gocce d’Oro” dopo un’attenta selezione tra gli oltre mille mieli in concorso. E una di queste “Gocce d’Oro” è stata attribuita al millefiori di Armando Li Quadri.

armando mile 4

«Il segreto di un miele eccezionale è il territorio, ma anche la passione, tanto tempo tolto agli amici e alla mia ragazza, tanto sudore e tante e tante punture delle api. – commenta l’apicoltore dell’Alto Molise – Masseria Acquasalsa, oltre ad essere una importante struttura ricettiva da oltre 20 anni, è anche un’azienda agricola biologica , situata nella rigogliosa vallata del Verrino. Quest’anno ho cercato di far conoscere da vicino le api e il miele non solo agli ospiti e ai turisti della masseria, ma anche agli amici e ai conoscenti, con due eventi per far vedere loro la smielatura e poi tante visite in apiario indossando le maschere, ai grandi e ai piccini, per far capire quanto tempo e quanto lavoro c’è dietro un barattolo di miele».

armando miele 1

Lavoro da parte dell’apicoltore, certo, ma soprattutto delle api che estraggono il nettare, la vera essenza di un territorio, visitando milioni di fiori ogni giorno. E la “Goccia d’Oro” attribuita al miele della Masseria Acquasalsa conferma la straordinaria vocazione all’apicoltura del territorio dell’Alto Molise. In chiusura Armando Li Quadri ringrazia «la Caritas diocesana di Trivento che ha organizzato un corso di apicoltura che sto seguendo», perché non ci si improvvisa apicoltori e soprattutto non si diventa per caso apicoltori premiati con una “Goccia d’Oro”.

Eco dell’Alto Molise POSTED ON 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *